RISPARMIARE… ENERGIA!

Oggi parliamo di un aspetto fondamentale del quotidiano, che ogni estate ritorna in auge.

Quali sono le azioni quotidiane che ci permettono di risparmiare in casa per ridurre i consumi per bollette più leggere e contribuire al benessere dell’ambiente?

Prima di tutto, è bene sapere che il risparmio energetico è un gioco di squadra…tutti devono fare la loro parte!

Ecco le 10 regole d’oro per coloro che vogliono iniziare, o continuare, a risparmiare sui consumi energetici nella vita di tutti i giorni:

1. Spegnere le luci e gli apparecchi elettrici quando non si usano: la prima regola impone di spegnere le luci, il calorifero, le unità di raffreddamento e gli elettrodomestici quando si va a letto o si esce di casa. Non bisogna poi mai dimenticare di scollegare gli apparecchi elettrici dalla presa di corrente: i dispositivi in stand-by, infatti, continuano a consumare diversi watt all’ora.Durante la notte o quando si sta via da casa per molto tempo, stacca il computer e le apparecchiature come stampanti. Per ridurre i consumi del PC scegli le impostazioni di risparmio energetico che oscurano automaticamente lo schermo dopo un periodo di inattività.

2. Scegliere luci a LED: le lampade a LED ad alta efficienza energetica permettono di risparmiare fino all’80% sui costi di illuminazione. Non solo: durano più a lungo, senza il bisogno di sostituirle troppo spesso. Se si sta pensando di rimodernare la tua casa, è bene cominciare dalle vecchie lampadine alogene per sostituirle con innovative lampade a led negli ambienti dove si vive per la maggior parte del tempo, come cucina e salotto, che hanno un bisogno prolungato di illuminazione.

3. Chiudere le porte e le tende: un piccolo accorgimento per ridurre i costi di riscaldamento e raffreddamento? Chiudere bene le porte in inverno e le tende in estate. Quando la porta è chiusa, infatti, si rallenta la dispersione di calore, permettendo un riscaldamento più rapido nei mesi freddi. Le tende, invece, riescono a schermare i raggi solari, impedendo che raggiungano direttamente la finestra e quindi l’interno della casa.

4. Attenzione a come si lava il bucato: circa 100 euro all’anno, lavando i vestiti in acqua fredda, non solo, è possibile consumare meno acqua e meno corrente elettrica, ma selezionando il ciclo di lavaggio più breve, non si rinuncia alla qualità del risultato. Bisogna poi evitare di mettere in funzione la lavatrice per pochi vestiti, meglio far partire un ciclo di lavaggio pieno.
Prima poi di acquistare una lavatrice, verifica i consumi e la classe energetica di appartenenza per comprare un elettrodomestico efficiente.
Stendere all’aperto è un modo per risparmiare energia elettrica, evitando l’utilizzo dell’asciugatrice. Il bucato è uno dei punti fondamentali sui quali applicare le regole per il risparmio energetico. E’ meglio prediligere un’asciugatura naturale, oppure poggiando i vestiti per qualche ora sui termosifoni accesi per fare in modo che si asciughino mentre si riscaldano gli ambienti della casa: un doppio uso del calore!

5. Controllare e migliorare lo stato dell’abitazione: spesso ci sono problemi che influiscono notevolmente sul consumo energetico. Gli spifferi dagli infissi, un impianto che ha perso la sua efficienza, vecchi sistemi di illuminazione e riscaldamento, sono tante piccole cose che contribuiscono ad uno spreco di energia e di denaro.
Una valutazione energetica della casa può aiutare ad esempio ad identificare e migliorare il consumo energetico di una abitazione.

6. Risparmiare energia in cucina: in questo ambiente della casa viene impiegata la maggior quantità di corrente elettrica, di combustibile e acqua per cucinare, lavare, mangiare e pulire. Ad ogni elettrodomestico il suo piano di risparmio energetico!

7. Regolare gli impianti di riscaldamento e condizionamento: uno dei modi per risparmiare energia in casa prevede di regolare le valvole termostatiche su ogni radiatore. Al di sopra dei 20 °C, ogni centigrado in più può fare salire del 10% alla bolletta del riscaldamento. E in inverno, quando le temperature sono particolarmente rigide, il riscaldamento incide molto sulla bolletta.
Nei mesi estivi, va impostato il termostato tra 18 e 20 °C. In inverno, sopra i 26 °C. Gli innovativi impianti di riscaldamento offrono la possibilità di riscaldare solo le stanze che si utilizzano.

8. Isolare di tetto e soffitto: un tetto ben isolato fa la differenza sulla bolletta energetica, riuscendo a contenere le dispersioni di calore verso l’alto. Un investimento importante ma che offre notevoli vantaggi.
In ogni caso, è bene partire dai soffitti delle stanze, isolandoli bene con una giusta controsoffittatura, che può farti risparmiare fino al 20% di energia.

9. Utilizzare l’energia solare: installare pannelli fotovoltaici rappresenta una fonte di energia alternativa ricava energia dai raggi del sole, riducendo notevolmente il consumo di energia elettrica. I pannelli termici per l’acqua calda fanno il lavoro della caldaia, permettendoti di risparmiare gas.

10. Risparmiare sul riscaldamento dell’acqua: per ridurre il consumo di energia che serve a riscaldare l’acqua, occorre uno scaldabagno ad alta efficienza energetica e regolare bene il termostato. Non bisogna sprecare acqua calda quando nel lavarsi o nelle faccende domestiche.

Anche Magicsan, nella selezione dei suoi prodotti, cerca sempre le soluzioni più vantaggiose, come gli scooter della linea Magicsan Mobility dotati di Dynamic Rhino 2 System, il sistema che permette il recupero energetico in discesa e in frenata, dando maggiore autonomia alle batterie!

E allora…compiere tutti insieme scelte vantaggiose…porta davvero a grandi risultati! E apre la strada ad un vita nuova e ricca di prospettive!

2020-08-07T15:28:07+02:00
Torna in cima